Cremazione a Varese

Cremazione a Varese: perché conservare o disperdere le ceneri?

La decisione, sulla cremazione e sulla conservazione o sulla dispersione delle ceneri, deve rispettare le volontà della persona defunta. La cremazione a Varese della salma è autorizzata per specifiche disposizioni testamentarie oppure per l’iscrizione ad associazioni che la prevedono nello statuto e in difetto di tali indicazioni, per scelta del coniuge o dei parenti prossimi.

La persona deceduta può disporre, in vita e per iscritto, l’esecuzione delle sue volontà dopo la cremazione, stabilendo di conservare o di disperdere le sue ceneri. La dispersione delle ceneri può avvenire in natura o in aree private, oltre che in zone dedicate nei cimiteri. Se la persona beneamata ha avuto un legame esclusivo con la natura, le ceneri si possono disperdere lungo un fiume, al mare o in montagna. Sono da evitare le aree in cui sono presenti manufatti o imbarcazioni. Se c’è stato un luogo speciale nel suo cuore, con il consenso dei proprietari dell’area privata, è possibile farne la sua ultima dimora.

La conservazione delle ceneri nell’abitazione consente ancora la vicinanza alla persona deceduta, grazie all’affido familiare. Dopo la cremazione, l’urna sigillata viene consegnata all’affidatario. La scelta del luogo in cui deporre l’urna è lasciata al familiare che deve realizzare il colombario. La nicchia nella parete è un riparo sicuro dal rischio di rottura o di danneggiamento dell’urna. I familiari possono fare visita al colombario. C’è la possibilità di rinuncia alla conservazione delle ceneri nell’abitazione, in previsione di collocare l’urna in cimitero a proprie spese.


agenzia pompe funebri

Quali fiori scegliere per la composizione floreale realizzata dall’agenzia pompe funebri?

Le composizioni floreali, quali copri-bara, corone, cuscini, ciotole, mazzi di fiori sono l’espressione di un sentimento di cordoglio e di tristezza per la scomparsa della persona defunta. Sono la testimonianza di un legame speciale da accomunare ad altre manifestazioni di mestizia per l’evento luttuoso. La scelta del colore dei fiori ha particolare importanza, essendo l’esternazione di un sentimento profondo. I colori chiari come il bianco significano purezza, laddove i colori pastello evocano nostalgia. I colori più accesi sono un omaggio alla personalità gioviale della persona defunta.

Scelta della composizione floreale all’agenzia pompe funebri

La corona funeraria è la composizione floreale preferita per avere fiori freschi più a lungo rispetto a un mazzo di fiori. È solitamente composta da rose, gigli e crisantemi. Il colore della rosa ha un significato speciale. Il colore bianco richiama l’umiltà e il rosso esprime rispetto. Il colore rosa è un segno di gentilezza e il giallo ha il valore di un legame stretto. Il giglio è un simbolo di eleganza e di purezza. Il crisantemo è spesso associato alla spiritualità. La scelta di una corona funeraria è l’affermazione di un’amicizia profonda ed eterna con la persona defunta. L’omaggio floreale da parte dei conoscenti della persona scomparsa è da decidere con cura, per esprimere il rispetto e la partecipazione al dolore dei congiunti. Il garofano è un fiore che rappresenta discrezione e sincerità e il colore rosa rafforza il significato di ricordo dei momenti condivisi.


Busto Arsizio necrologi

Busto Arsizio necrologi, l’annuncio funebre che omaggia pubblicamente il caro estinto

Busto Arsizio, i necrologi fanno ancora parte di quelle pratiche che accompagnano la morte terrena di una persona e ne onorano la memoria.

L’obiettivo di questo annuncio funebre è rendere pubblica la notizia della dipartita di una persona nella sezione riservata alle necrologie e agli annunci funebri di quotidiani e siti web specializzati in modo che arrivi alle persone che non sono a conoscenza dell’evento.

Oltre alle generalità e a una breve biografia del defunto, quindi, l’annuncio funebre può riportare informazioni riguardanti la celebrazione delle esequie. A scrivere un necrologio può essere un parente o un conoscente del defunto che desidera esprimere in questo modo il suo cordoglio per la scomparsa della persona cara.

In realtà la redazione e la pubblicazione di un necrologio su un giornale locale e nazionale può incontrare alcuni ostacoli, specialmente considerando che si tratta di un servizio regolato da regole e condizioni definite dalla testata su cui si intende pubblicarlo, come per esempio l’elaborazione di un testo breve e conciso e l’acquisto dello spazio entro le ore 18.00 di due giorni prima dei funerali.

L’impegno di trovare le parole giuste e pubblicare l’annuncio funebre entro tempi utili può essere demandata all’agenzia di pompe funebri che ha preso in carico l’organizzazione dei funerali.

Anche se la realizzazione dei necrologi sembra uno dei servizi funebri accessibili a tutti, un’ impresa funebre permette di non cadere nell’errore e infliggere ulteriore dispiacere a una situazione già di per sé dolorosa. In fondo, il necrologio non notifica soltanto il decesso di una persona cara, ma informa la comunità su data e luogo dei funerali che omaggeranno la vita del caro estinto.