costo di una cremazione a Varese

Qual è il reale costo di una cremazione a Varese?

La cremazione è una pratica purtroppo poco diffusa in Italia, ma che piano piano comincia a prendere piede in sostituzione al funerale tradizionale, che prevede la tumulazione. Le ragioni? Principalmente etiche, forse, perché la cremazione ha un impatto minimo a livello ambientale e perché consente di risparmiare spazio al cimitero (soprattutto se decidete di conservare l’urna in casa o se decidete di disperdere le ceneri). In alcuni casi c’è chi parla anche di questioni economiche, perché il costo di una cremazione a Varese è basso, in qualche modo. E per certi versi è vero, la cremazione è sicuramente più economica di un funerale tradizionale. Quali sono, però, i costi effettivi di una cremazione? Cerchiamo di capirlo insieme. 

La cremazione è un servizio statale che può essere fornito dal proprio comune o da un’agenzia di onoranze funebri nella vostra città. In entrambi i casi, il costo di una cremazione a Varese (che nel 2020 ammonta a circa 500€) va aggiunto alle tasse di gestione della pratica, che rischiano di far salire la cifra a oltre 800€. Molto meno di un funerale, sicuramente, ma di certo non economico. 

Il vantaggio, se vi affidate a un’agenzia di pompe funebri, è considerevole, perché vi consentirà di sollevarvi da ogni pratica burocratica legata alla cremazione (e vi assicuro di documenti da compilare ce ne sono davvero tanti). 

Decidere per la propria cremazione, un domani, è però una possibilità e basta semplicemente parlarne con un familiare o con il proprio compagno: nel caso in cui non ci sarete più e toccherà decidere per le vostre spoglie, non sarà necessario fare testamento, ma basterà che qualcuno prenda questa decisione al vostro posto e parli per voi. 


necrologio

Ricordare una persona cara con un necrologio è ancora possibile

Ci sono tanti modi per dire addio a una persona cara. Uno di questi è il necrologio, un breve testo commemorativo da pubblicare online su riviste o siti specializzati, in cui è segnalato il nome della persona scomparsa, alcuni dettagli eventuali sul funerale e una breve descrizione del defunto. 

Solitamente i necrologi erano appannaggio delle personalità illustri che venivano a mancare: in assenza di un canale di diffusione dedicato, si pubblicavano necrologi sulle principali testate giornaliste a tiratura nazionale (evoluti poi in coccodrilli, secondo il gergo giornalistico). Oggi, i necrologi possono essere un modo alternativo per dire addio a una persona cara, che non c’è più, omaggiandola in modo elegante e sofisticato (e allo stesso tempo comunicando a quanta più gente possibile che quella persona è venuta a mancare). 

Ci sono, però, delle regole da seguire, quando si scrive un necrologio. Non è una cosa che possono fare tutti, nel senso che occorre senza dubbio un po’ di buon senso e di sensibilità, ma anche una certa competenza, la capacità di utilizzare un tone of voice adeguato, la professionalità utile a comprendere fino a dove e possibile spingersi, commemorando chi non è più con noi. 

Compilare un necrologio, quindi, è una realtà, ancora oggi, ed è un servizio fornito da diverse agenzie di pompe funebri, che si avvalgono di scrittori specializzati e in grado di fornire testi adeguate a esigenze delicate come questa. 


Agenzia pompe funebri

Agenzia pompe funebri: come scegliere la migliore

Devi organizzare un funerale e hai pochissimo tempo a disposizione. Non solo: sei emotivamente coinvolto e devi fare il possibile per mantenere anche calma e lucidità, in quel po’ di tempo che ti è stato concesso.  Fermati un istante, prendi fiato e prendi nota, perché un modo per non perdere il filo c’è, ma è molto importante cercare di non farsi sopraffare troppo dalle emozioni. Sappiamo quanto è difficile perdere una persona cara, ma prendiamo questo impegno come un modo per dirle addio nel modo giusto, come merita, senza rimpianti o errori di valutazione. 

Se non conosci un’agenzia pompe funebri, non disperare: internet può venirti in aiuto in modi che neppure immagini. Per cui cominciamo: qui di seguito un elenco di consigli da seguire per destreggiarsi nel modo migliore nel mondo delle onoranze funebri online. 

  1. Non fermarti alla prima agenzia pompe funebri che trovi online. E soprattutto, anche se comprendiamo benissimo, non affidarti semplicemente alla più economica. Se puoi, se hai tempo e modo, fai qualche raffronto, magari anche con le opinioni degli utenti (laddove possibile), cerca di capire fino a che punto un’agenzia è più conveniente di un’altra e chiediti cos’è che cerchi, in realtà, di cosa hai veramente bisogno. 
  1. Una volta scelta l’agenzia di pompe funebri di riferimento, comincia a informarti nel dettaglio sui servizi che fornisce, sul personale che mette a disposizione, sui tempi effettivi di lavoro e solo successivamente su costi e modalità di pagamento. 
  1. Andate a conoscere le persone che lavoreranno al vostro fianco nei giorni in cui organizzerete il funerale: perdere una persona cara è un momento doloroso e delicato, pertanto avere persone sensibili ed empatiche, al vostro fianco, è davvero fondamentale. 

Varese necrologi

I necrologi: come si scrivono e perché compilarli

Se cerchiamo sul dizionario, il necrologio è, cito testuale, un “annuncio funebre che si pubblica su giornali e riviste, breve discorso pronunciato o scritto in onore o in commemorazione di un defunto. Il necrologio, quindi, è una comunicazione, che si effettua per avvertire amici e parenti, vicini e lontani, della scomparsa di una persona cara.

Per compilare un necrologio, però, bisogna seguire delle regole precise, perché tutti i necrologi hanno una formula specifica, una forma definita. Solitamente, la compilazione dei necrologi è competenza delle onoranze funebri, che si preoccupano personalmente di scrivere il testo, secondo le vostre indicazioni, e di pubblicarlo sul proprio sito (o di inviarlo, ovviamente, alle testate giornalistiche selezionate).

Non esistono regole vere e proprie che stabiliscano come vada scritto un necrologio, di vero c’è che in esso devono esserci tutti i messaggi di affetto dedicati alla persona cara. Senza mai esagerare, però. Un necrologio deve essere comunque discreto, elegante, essenziale, deve certamente ricordare la persona defunta, ma mai forzando troppo la mano. Il necrologio, evidentemente, è parte integrante di un servizio completo fornito dall’agenzia di pompe funebri di riferimento, che vi accompagnerà lungo tutto il percorso che va dalla compilazione delle documentazioni fino all’ingresso al funerale in chiesa.

Perdere una persona cara è un dolore indescrivibile, ne siamo ben consapevoli: per questo motivo, è nostra premura consigliarvi al meglio, cercando di spingervi a scegliere un’agenzia professionale ma anche composta da persone competenti e sensibili allo stesso tempo.


Servizi funebri

Servizi funebri: cosa sono e quali scegliere

Quello che differenzia un’agenzia di pompe funebri da un’altra è l’efficienza dei servizi. Se un’agenzia è in grado di fornire servizi funebri all’altezza di ciò che richiede, anche a livello economico, state pur certi che varrà certamente i soldi – e il tempo – spesi per organizzare il funerale alla persona cara che avete appena perso.

Quali sono, però, questi servizi funebri di cui si parla? In cosa consistono esattamente? Cerchiamo di capirlo insieme in questo breve – ma efficace – prospetto.

Il momento della perdita

La prima visita agli uffici dell’agenzia. È un momento delicato, perché è quello in cui dovete andare alla ricerca delle pompe funebri che vi aiutino ad avviare tutte le pratiche. E dovreste farlo con un macigno sul cuore che vi leva il fiato. Lo comprendiamo, perfettamente, per questo motivo dovete scegliere con attenzione, prendendovi il tempo che vi serve e riservandovi la possibilità di cambiare idea (nei limiti dei tempi consentiti, sappiamo anche che il tempo a disposizione è sempre troppo poco).

La visita a casa o in ospedale

A seconda di dove si trova la salma, è premura delle onoranze funebri di venirvi a trovare, sbrigare con voi tutte le pratiche relative allo “smaltimento” della salma e definire, con voi, le modalità: tumulazione, cremazione, dispersione delle ceneri? Siete voi a decidere, cercando di fare il più possibile le veci della persona scomparsa. Nel caso in cui optiate per la tumulazione, ci sarà un operatore preposto che si occuperà di trucco, vestizione e preparazione della salma. Solo successivamente, ci si preoccuperà di allestire una camera ardente, sia a casa che in ospedale, a seconda di dove si trova la salma.

Ricordini, manifesti e necrologi

Una volta pianificato il funerale, si passa alla comunicazione della scomparsa attraverso una serie di canali tradizionali: i manifesti funebri, da affiggere vicino casa o alle porte della chiesa dove avverrà il funerale, i necrologi da stampare o pubblicare online, sia sul sito che sulle principali testate locali o nazionali. All’occorrenza è possibile realizzare dei ricordini da omaggiare quanti abbiano deciso di prendere parte al funerale, per mantenere vivo il ricordo di chi non è più con noi.

Composizioni floreali

Il funerale si accompagna alla scelta dei fiori giusti, magari da scegliere anche in base ai gusti della persona scomparsa. Nel 2020, per fortuna, non esistono più regole sui fiori più adatti a una determinata esigenza, quindi se i fiori preferiti della persona defunta erano i tulipani, beh… tulipani siano, ben venga anche se colorati.