Organizzare un funerale

Organizzare un funerale: la cerimonia senza intoppi

È venuto improvvisamente a mancare un tuo caro e sei stato catapultato in uno dei momenti più bui della tua vita? Esiste uno spiraglio di luce, oltre alla fede e all’affetto di chi è rimasto al tuo fianco ed è rappresentato dalle onoranze funebri, alle quali hai deciso di commissionare la programmazione dell’ultimo viaggio del defunto.  

Loro sapranno come organizzare un funerale nel migliore dei modi, senza arrecarti disturbi o fastidi e rendendoti sereno almeno per quanto riguarda queste pratiche. 

Come organizzare un funerale? 

Il primo passo è la richiesta del certificato di morte. Servirà, infatti, per avviare le pratiche della cremazione o della tumulazione. In seconda battuta, servirà raccogliere i documenti di identità richiesti ai familiari.

Un’impresa di pompe funebri che si rispetti deve sapere come organizzare un funerale per poter mantenere una buona credibilità agli occhi dei propri clienti. 

Ecco, nello specifico, quali saranno i passaggi che l’agenzia funebre dovrà fare per organizzare il funerale: 

  • Avere la situazione in mano e saper consigliare al meglio i propri clienti nella scelta di tutto ciò che orbita attorno all’ultimo viaggio del defunto: necrologi, fiori, ricordini, modalità di esecuzione delle celebrazioni e tumulazione 
  • Farsi carico di ogni iter, sia a livello burocratico che pratico, delle fasi pre, durante e post funerale 
  • Essere in grado di provvedere ad una eventuale cremazione o tumulazione ne, cimitero scelto 
  • Dare una continua assistenza e appoggio al cliente 
  • Mantenere un certo riserbo e distacco ma dando conforto e capendo la situazione psicologica del cliente, ove richiesto 

Noi di Borin Pompe Funebri sappiamo affiancare ogni nostro cliente durante questo viaggio, importante e al tempo stesso pieno di dolore e confusione e abbiamo ben chiaro come organizzare un funerale. Affidati a noi! 


necrologi a Varese

Necrologi a Varese: tutto ciò che c’è da sapere

Devi, per forza di cose, rivolgerti a professionisti del settore che siano in grado di affiggere necrologi a Varese per annunciare degnamente a tutta la popolazione la scomparsa di un tuo congiunto? Prima di prendere una decisione, valuta attentamente alcuni fattori. Anche se può sembrare strano, la scelta delle onoranze funebri rappresenta un passo importante perché a questi professionisti affiderai la programmazione di uno dei momenti più importanti della tua vita. 

Cosa c’è da sapere sui necrologi a Varese? 

Ogni zona presenta particolari legislazioni in merito all’ affissione di manifesti funebri: alcuni paesi mettono a disposizione porzioni di bacheche comunali, mentre altre città richiedono un permesso particolare per poterli esporre alla popolazione. 

Se hai necessità di commissionare necrologi a Varese e pianificare un funerale di un tuo caro, scegli la compagnia di pompe funebri migliore della zona, che possa consigliarti al meglio, anche in vista della semplice scelta dei manifesti funebri. Essa ti indicherà lo stile, la forma migliore, le parole più adatte per annunciare la scomparsa del tuo congiunto e anche il metodo più chiaro per descrivere la maniera in cui verranno svolte le esequie. 

Oltre ai tanti servizi, ti verranno proposti vari tipi di necrologi a Varese: preferisci annunciare la scomparsa attraverso il tradizionale cartello, affisso su una bacheca pubblica? Pensi che possa risultare più soddisfacente inserire queste righe sulle pagine di un giornale o un sito internet dedicato a questo genere di annunci? Affidandoti alle persone giuste potrai vedere stampati o pubblicati i migliori necrologi a Varese. Non che questo rappresenti una consolazione per il tuo lutto, ma un aiuto ad affrontare più serenamente e senza troppi fastidi questi tristi momenti sicuramente si 

Noi di Borin Pompe Funebri sappiamo seguirti e consigliarti in questo iter: con professionalità e sicurezza sapremo creare i necrologi Varese più chiari e incisivi possibili, senza risultare troppo ridondanti e mantenendo vivo il ricordo del defunto. 


annunci mortuari

È venuto a mancare un tuo caro a Varese? Annunci mortuari per ricordarlo al meglio

Stai vivendo un momento difficile a causa della scomparsa di un tuo famigliare? Ti sei visto obbligatoriamente e improvvisamente catapultato nell’organizzazione di un funerale che mai avresti pensato e voluto dover affrontare? 

Cerca di affidare tutti questi passaggi ad una azienda impegnata nel settore, che sappia come creare gli opportuni annunci mortuari e che poi, sappia come organizzare al meglio il funerale, concludendo il cammino del defunto con le opportune pratiche di cremazione o tumulazione. 

Annunci mortuari senza problemi: ecco come 

La realizzazione degli annunci mortuari, dei ricordini e l’organizzazione del funerale stesso, nella sua complessità, non deve rappresentare un ostacolo per te ma anzi, deve essere affidata ad una azienda abile nel settore, che possa sollevarti da molti obblighi ed impegni, del tutto fuori luogo e penalizzanti in quei momenti. 

Gli annunci mortuari dovranno esprimere il cordoglio dei parenti ma senza eccedere nei modi, facendo comprendere al lettore le generalità dellestinto e le modalità delle celebrazioni. Potranno essere scelti sia in forma cartacea, da affiggere in determinati spazi comunali della città o paese di residenza, da inserire su un giornale o altrimenti, in forma digitale per essere inseriti su internet. Questi ultimi due metodi vengono scelti soprattutto nel caso in cui il defunto avesse ricoperto in vita un ruolo importante o perché, risiedendo in una grande città, si sarebbe così potuta avvisare tutta la popolazione interessata dalla scomparsa. 

Il vantaggio di affidarsi ad un personale qualificato nel settore delle onoranze funebri è assolutamente indubbio: i professionisti lavoreranno al posto dei clienti, spianando loro la strada e affiancandoli degnamente in un percorso importante e difficile, sorreggendoli nei momenti di bisogno e facendosi carico di ogni potenziale incidente di percorso inerenti alle pratiche funebri. 

Noi di Borin Pompe Funebri siamo a disposizione per organizzare ogni tipo di funerale, consulta il nostro sito e prendi contatti con la nostra azienda. 


quanto costa una cremazione

Cos’è, come funziona e quanto costa una cremazione

Negli ultimi anni ha cominciato a diventare un’alternativa valida alla tumulazione. Ma quanto costa una cremazione? Negli ultimi tempi anche la religione cattolica si è espressa favorevolmente a riguardo e anzi cerca di convincere i suoi fedeli ad adottare questa pratica sia per questioni etiche che per questioni economiche. 

La cremazione, infatti, è una validissima alternativa alla tumulazione: vediamo come e perché.
Innanzitutto, spieghiamo con chiarezza cos’è la cremazione. consistere nell’introdurre in un forno (cosiddetto crematorio) il feretro contenente la salma del defunto. La salma viene ridotta in cenere per via delle elevatissime temperature toccate dal forno crematorio e a fine procedura si separano le ceneri da eventuali resti metallici presenti nel feretro. Infine, le ceneri vengono raccolte e riposte all’interno di un’urna, che viene sigillata in caso di consegna ai parenti e tumulazione al cimitero. In alternativa le ceneri vengono conservate in un’urna speciale preposta per la dispersione delle ceneri stesse, in un posto adibito a tale operazione secondo le normative vigenti. 

La cremazione può avvenire solo nel caso in cui il defunto abbia espresso desiderio di farsi cremare. In alcuni casi basta l’accordo verbale testimoniato dal parente più prossimo ancora in vita, ma la soluzione ideale sarebbe quella di redigere un testamento olografo o registrato. Se il defunto era iscritto a un’associazione o presso una società, saranno queste ultime a comunicare con l’impresa di pompe funebri per avviare tutte le pratiche del caso. Se, invece, l’accordo è verbale o scritto si comunica direttamente all’impresa di pompe funebri che, dove previsto, si occuperà della cremazione del defunto. 

Quanto costa una cremazione?

Il costo della cremazione si aggira intorno ai 500€+iva e va sommato all’eventuale cerimonia funebre che eventualmente si intende organizzare. I costi, come è facile immaginare, sono nettamente inferiori rispetto alla tumulazione. Le ceneri, come accennavamo poco fa, possono essere conservate in un’urna sigillata che può essere conservata in casa o riposta nel cimitero locale. Nel primo caso è ovviamente necessario un tipo di urna particolare, che risulti impossibile da aprire successivamente. La dispersione delle ceneri, invece, è una pratica possibile, anche in Italia, ma unicamente in aree preposte. Questo per questioni principalmente igienico-sanitarie. L’incaricato alla dispersione può essere indicato dal defunto quando ancora in vita, ma può anche essere un parente prossimo. L’importante è che si effettui tutto nel pieno rispetto delle normative vigenti. 

Perché la cremazione, quindi, è così importante? Per ragioni economiche, innanzitutto, e per abbattere notevolmente i costi di un funerale tradizionale. Ma è molto importante tenerla in considerazione anche per questioni etiche, perché una salma ha un fortissimo impatto ambientale, che si ridurrebbe sensibilmente una volta ridotto in cenere. 


scrivere un necrologio

Scrivere un necrologio: le regole per non sbagliare

Scrivere un necrologio non è sempre facile. Questo annuncio funebre, di lunghezza più o meno variabile, va pubblicato su riviste e giornali cartacei o online. A volte, anche sui siti ufficiali delle agenzie di pompe funebri è possibile pubblicare il necrologio per una persona defunta, così da poterla salutare in modo semplice ed elegante e comunicare, al tempo stesso, ad amici e parenti la sua scomparsa. 

Come fare, però, a scrivere un necrologio nel modo giusto? Non è certamente facile, perché bisognerebbe trovare una formula che sia formale ma allo stesso tempo sentita, discreta ma allo stesso tempo affettuosa, diretta e concisa ma allo stesso tempo profonda. 

Scrivere un necrologio è molto importante e spesso sottovalutato. È importante perché è certamente un modo per dire addio a una persona cara, per renderle omaggio e ringraziarla per tutto ciò che ha rappresentato per noi quando era in vita. Allo stesso tempo, il necrologio è un modo semplice e diretto per comunicare ad amici e parenti una scomparsa, per unirsi in un unico cordoglio e per celebrare insieme la sua dipartita. 

Come scrivere un necrologio equilibrato e giusto?

Per scrivere un necrologio per bene è necessario dare un po’ di informazioni riguardanti i suoi dati anagrafici, quelli più essenziali e immediati, comunicare il luogo e la data del decesso e poi c’è la biografia, qualche riga espressa in modo chiaro e semplice che esprima il dolore della perdita, il valore e l’affetto di quella persona quando era ancora in vita, il dispiacere per la sua scomparsa. 

Alla fine di tutto, è molto importante dichiarare l’orario e il luogo della funzione funebre, in modo tale da invitare amici e parenti del defunto a partecipare al cordoglio durante il funerale. 

È molto importante che la grafica scelta sia semplice, pulita, essenziale ed elegante, così come il tono della voce utilizzato per elaborare il testo. La perdita di una persona cara è un momento difficile, lo è sempre, ed è molto importante accompagnarlo da parole sentite e rispettose. 

Scrivere un necrologio non è certamente una cosa facile, ma non è neppure impossibile: ci vuole buon senso, educazione e pazienza, ci vuole rispetto ed empatia, ed è molto importante che il messaggio che si vuole trasmettere sia sentito da tutti quelli che decideranno di prenderne parte.